Statuto

Pag. S 1

STATUTO

SCELGO EUROPA

Rete Cittadini ed Associazioni

 

DENOMINAZIONE – SEDE – DURATA

ART. 1: E’ costituita l’Associazione Culturale senza scopo di lucro – no – profit – ed APS – associazione di promozione sociale – , denominata “SCELGO EUROPA”, con dicitura seguente ed esplicativa “Rete Cittadini ed Associazioni”. In quest’Atto sarà chiamata d’ora in poi “associazione” o con la sua sigla o sostituita dal pronome “essa”. Ha sede in Roma ed indirizzo iniziale in Viale Eritrea 72. L’indirizzo iniziale potrà essere modificato con delibera semplice del Consiglio Direttivo. La durata dell’associazione è illimitata. Potranno essere istituite altre sedi a Roma, oppure in Italia o nella UE o nel Mondo, con autonomia o meno legale, organizzativa ed amministrativa dietro delibera del Consiglio Direttivo;

ART. 2: La denominazione indica che l’associazione intende scegliere l’Europa come tema centrale della sua attività, riunendo sia cittadini semplici che aggregati in associazione, ma con obiettivo centrale di operare in favore dell’unità dell’Europa, delle sue Istituzioni, dei suoi princìpi e delle sue leggi, oltre che naturalmente in favore degli Stati e dei Popoli che compongono la UE, elaborando proposte migliorative o anche critiche nei confronti della stessa. Può aderire ad altro organismo, ma solo se le finalità siano simili: in ogni caso l’associazione mantiene autonomia legale, organizzativa ed amministrativa;

ART. 3: Poiché l’associazione è senza scopo di lucro/no – profit ed APS, le cariche sociali sono democratiche e gratuite;

ART. 4: L’associazione è disciplinata dal presente Statuto – che si compone di 22 (ventidue) articoli – , dalla Costituzione Italiana, dal Codice civile, e dalla legislazione vigente. Essendo senza scopo di lucro, anche qualora vi siano limitate attività di lucro permesse dalla Legge, sempre minoritarie nel Bilancio annuo, non sarà mai possibile dividere tra i soci eventuali utili di qualunque natura, anche in maniera indiretta.

OGGETTO:


Pag. S 2

ART. 5: L’associazione, come già anticipato nell’art. 2 del presente Statuto, ha come oggetto principale la valorizzazione dell’Europa, dei suoi Stati e dei suoi Popoli, oltre che dei suoi princìpi e delle sue leggi, attraverso iniziative socio – culturali, campagne di sensibilizzazione, promozione della stessa Europa presso i mondi politico, economico, sindacale, di categoria, o sociale in genere. L’associazione intende utilizzare al meglio gli strumenti di comunicazione più attuali, per cui le proposte o le delibere, compreso l’accettazione o meno di nuovi soci e gli incarichi da assegnare, possono anche essere effettuate tramite internet o mezzo similare. Possono essere promossi incontri, dibattiti, laboratori, meetings, conventions che favoriscano anche espressioni ed idee creative dei soci, promuovendo altresì ogni altra iniziativa culturale o sociale non a scopo di lucro. L’associazione avrà sempre attenzione a difendere e favorire la crescita della persona, e/o del gruppo e/o della comunità e/o della società in genere ad ogni livello, anche internazionale, in uno spirito di libertà e collaborazione.

SOCI:

ART. 6: I soci dell’associazione in oggetto possono essere SOCI SINGOLI o SOCI COLLETTIVI che condividano ideali e Statuto ed abbiano fatto domanda scritta almeno per via telematica;

ART. 7: I SOCI SINGOLI possono essere:

  1. a) ORDINARI – le persone fisiche che hanno sottoscritto l’Atto Costitutivo e quelle che all’Atto stesso o successivamente sono state ammesse dal Consiglio Direttivo con tale qualifica: essi hanno diritto di elettorato attivo e passivo;
  2. b) SOCI ONORARI – sono le persone fisiche che abbiano acquisito meriti nei confronti dell’associazione e ne costituiscono il COMITATO D’ONORE, al cui interno può essere nominato un Presidente dal Consiglio Direttivo. I Soci Onorari con meriti scientifici costituiscono – all’interno del Comitato d’Onore – il COMITATO SCIENTIFICO, al cui interno – a sua volta – il Consiglio Direttivo può nominare un presidente del Comitato stesso. I membri del Comitato Scientifico continuano ad essere anche membri del Comitato d’Onore. Comitato d’Onore e Comitato Scientifico sono facoltativi;

ART. 8: I SOCI COLLETTIVI in genere sono le associazioni che hanno promosso “Scelgo Europa” o quelle che intendono aderire. Le associazioni promotrici ed aderenti


Pag. S 3

restano comunque autonome sul piano legale, amministrativo ed organizzativo. Nel caso in cui un Ente, pubblico o privato, voglia aderire, gode degli stessi diritti degli altri Soci Collettivi. Le associazioni che non vogliono aderire, ma stringere una Convenzione con l’associazione “Scelgo Europa” con reciproca autonomia, non hanno i diritti degli altri soci collettivi e sono Associazioni Convenzionate;

ART. 9: Tutti i soci sono tenuti ad osservare le norme statutarie e le deliberazioni degli Organi interni e perdono la qualifica di Socio per decesso, mancato pagamento della quota sociale – se prevista – entro il mese di marzo dell’anno in oggetto, per libere dimissioni, per attività in favore di un’associazione concorrente con cui non si riscontrino gli stessi princìpi o per espulsione per gravi motivi, ma sempre a maggioranza dei due terzi del Consiglio Direttivo. Il socio dichiarato decaduto, ovviamente non per decesso, può appellarsi al Consiglio Direttivo, che nomina in tal caso una Commissione di tre soci che lo convochi, ascolti quanto ha da dire e poi riferisca allo stesso Consiglio Direttivo che può reintegrarlo o meno. I soci decaduti non hanno alcun diritto al rimborso di eventuali quote associative;

ART. 10: In conformità alle disposizioni, di cui ai Commi 1, 5, 6, 7 dell’Art. 148, 8° Comma TUIR, l’associazione si sottopone alle seguenti clausole:

  1. a) divieto di distribuire, anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione, nonché fondi, riserve o capitale durante la vita dell’associazione, salvo che la destinazione o la distribuzione non sia imposta dalla Legge;
  2. b) disciplina uniforme del rapporto associativo e delle modalità associative volte a garantire l’effettività del rapporto medesimo, escludendo espressamente la temporaneità della partecipazione alla vita associativa e prevedendo per gli associati o partecipanti maggiori d’età il diritto di voto per l’approvazione e le modificazioni dello Statuto e degli eventuali Regolamenti e per la nomina degli Organi elettivi dell’Associazione;
  3. c) intrasmissibilità della quota o contributo associativo, ad eccezione dei trasferimenti a causa di morte, e non rivalutabilità della quota stessa.

RISORSE ECONOMICHE:

ART. 11: Le risorse economiche per il conseguimento dei fini statutari e la realizzazione delle iniziative sono costituite da eventuali quote sociali annue


Pag. S 4

deliberate dal Consiglio Direttivo; erogazione liberali di associati o terzi; contributi di Enti ai vari livelli; ogni altro contributo, sponsorizzazione, donazione, rimborso, lascito dato per il raggiungimento dei fini statutari. Qualora l’associazione organizzi iniziative minoritarie o sporadiche a carattere di lucro per utilità sociale, esse saranno comunque a Bilancio e gli eventuali utili non potranno in nessun caso, neanche in modo indiretto, essere distribuiti tra i soci. L’associazione si fa obbligo di redigere ed approvare annualmente un rendiconto economico – finanziario secondo le disposizioni statutarie.

ORGANI DELL’ASSOCIAZIONE:

ART. 12: Per gli Organi dell’associazione si stabilisce: l’eleggibilità libera degli Organi amministrativi, il principio del voto singoli – di cui all’art. 2532 – comma 2 del Codice Civile, la sovranità dell’Assemblea dei Soci, associati e partecipanti, i criteri di loro ammissione ed esclusione, i criteri e idonee forme di pubblicità delle convocazioni assembleari, delle relative deliberazioni, dei bilanci o rendiconti.

ART. 13: Sono Organi dell’Associazione: l’ASSEMBLEA DEI SOCI, il PRESIDENTE, il CONSIGLIO DIRETTIVO. C’è poi il COMITATO DELLE ASSOCIAZIONI ADERENTI che ha solo valore consultivo, in quanto c’è la reciproca autonomia tra “Scelgo Europa” e ciascuna delle associazioni aderenti. In più il Consiglio Direttivo può costituire un Comitato d’Onore al cui interno può essere a sua volta costituito un Comitato Scientifico, stabilendo per entrambi un Regolamento, comunque che preveda che i loro soci siano solo onorari e quindi senza elettorato attivo e passivo;

ART. 14: L’ASSEMBLEA DEI SOCI

L’Assemblea dei Soci può essere ordinaria o straordinaria. Entrambi i tipi di Assemblea sono convocati dal Presidente, ma quella straordinaria può essere convocata anche dai tre quarti dei soci o dai due terzi del Consiglio Direttivo. L’Assemblea è regolarmente costituita in prima convocazione con la presenza della metà più uno dei soci ed in seconda convocazione, almeno 12 ore dopo, qualunque sia il numero dei soci presenti. In forma ordinaria va convocata almeno una volta l’anno, per stabilire i programmi generali di attività e la gestione in grandi linee, ed ogni tre anni anche per eleggere il presidente ed il Consiglio Direttivo. Inoltre, ordinaria o straordinaria che sia, approva il Bilancio annuo preventivo – entro tre mesi dall’anno prima di quello in oggetto e quello consuntivo


Pag. S 5

entro tre mesi dalla fine dell’anno in oggetto. L’Assemblea In forma straordinaria è convocata quando urgente e necessaria. L’Assemblea delibera anche le riforme statutarie o l’eventuale scioglimento, con la maggioranza dei tre quarti dei soci. La convocazione, con i dati precisi e l’ordine del giorno, potrà essere inviata anche per posta elettronica con anticipo di almeno cinque giorni. I soci assenti possono fare una delega scritta, anche per posta elettronica.

ART. 15: IL PRESIDENTE

Il Presidente è eletto ogni tre anni dall’Assemblea dei Soci ed è componente di diritto del Consiglio Direttivo. La prima nomina è nell’Atto Costitutivo. Il Presidente ha la legale rappresentanza dell’associazione nei confronti dei terzi, con poteri di firma, conti bancari, postali o altro similare. Il Presidente ha il potere della normale gestione dell’associazione. In caso di urgenza, il Presidente può operare e successivamente sottoporre a verifica il suo operato dal Consiglio Direttivo. In particolare il Presidente predispone le linee generali di programma, convoca e presiede tutti gli Organi associativi, compreso il Consiglio Direttivo – dove ha voto doppio in caso di parità – , stipula eventuali contratti e/o convenzioni, redige le relazioni Preventive e Consuntive relative al Bilancio, determina i criteri organizzativi per l’efficienza dell’associazione;

ART. 16: IL CONSIGLIO DIRETTIVO

Il Consiglio Direttivo è composto dal Presidente e da un numero minimo di altri due componenti, fino ad un numero massimo di altri venti componenti. Il primo Consiglio Direttivo è eletto nell’Assemblea relativa all’Atto Costitutivo ed è composto da 10 (dieci) componenti, nove consiglieri più il presidente, ma l’Assemblea dei soci può stabilire un numero diverso, da tre a ventuno compreso il presidente. Il Consiglio Direttivo è l’organo esecutivo e quindi ha il compito di assumere tutti i provvedimenti necessari per l’amministrazione, l’efficienza dell’associazione ed ogni altro provvedimento utile. Può demandare ad uno o più consiglieri o anche soci lo svolgimento di determinati incarichi. Può costituire Gruppi di Lavoro, Comitati operativi, tecnici e scientifici, determinandone le caratteristiche. I soci nominati per un incarico non entrano nel Consiglio Direttivo, ma sono denominati Dirigenti, con l’indicazione del proprio settore;

 


Pag. S 6

ART. 17: Il Consiglio Direttivo nomina al suo interno un vice – presidente vicario, uno o più vice – presidenti, mentre gli altri consiglieri assumono la carica di segretario generale – aggiungendo il proprio settore di competenza -. Il Consiglio Direttivo può assegnare anche altri incarichi;

ART. 18: I membri del Consiglio Direttivo, compreso il Presidente, durano in carica tre anni e sono rieleggibili. Se vengono a mancare, per qualunque ragione, uno o più Consiglieri, il Consiglio Direttivo provvede a sostituirli con i primi non – eletti dall’Assemblea dei soci, se ci sono. Le convocazioni, almeno due all’anno, possono essere fatte anche via internet o similare e le fa comunque il presidente, almeno tre giorni prima della data prevista, con ordine del giorno ed altri eventuali dati utili. Il Consiglio Direttivo é valido solo se è presente la maggioranza dei suoi componenti. ;

ART. 19: Il COMITATO DELLE ASSOCIAZIONI ADERENTI

Esso è un Organo Consultivo formato dal presidente, o suo delegato, di ciascuna associazione promotrice o aderente. Il Presidente o il Consiglio Direttivo determinano la necessità della sua convocazione e i criteri relativi per ciascuna riunione.

ESERCIZIO SOCIALE

ART. 20: L’Esercizio Sociale va dal 1° gennaio al 31 dicembre di ogni anno. Per il primo anno la data iniziale è quella della Costituzione dell’associazione. Ogni anno dovrà essere redatto un Bilancio Preventivo e Consuntivo – e relative Relazioni – da parte del Presidente, da sottoporre all’Assemblea dei Soci per l’approvazione. Il Bilancio Preventivo – con Relazione – va approvato entro aprile dell’anno in oggetto , quello Consuntivo – con Relazione – va approvato entro aprile dell’anno successivo a quello in oggetto. Il primo Bilancio preventivo da approvare – con relativa Relazione – è quello relativo all’anno 2018. Il primo Bilancio consuntivo da approvare – con relativa Relazione – è quello dell’anno 2017.

SCIOGLIMENTO

ART. 21: L’Assemblea dei Soci, in forma straordinaria, potrà deliberare lo Scioglimento dell’associazione con maggioranza dei tre quarti, per qualunque causa. In conformità alle disposizioni di cui ai comma 3, 5, 6, 7dell’art. 148, 8° Comma TUIR, si precisa l’obbligo di devolvere il patrimonio dell’associazione ad altra associazione con


Pag. S 7

finalità similari o ai fini di pubblica utilità, sentito l’organismo di controllo di cui all’art. 3, comma 190, della Legge 23 – 12 – 1996, n° 662, e salvo diversa destinazione prevista dalla Legislazione vigente.

NORME FINALI

ART. 22: Per quanto non contenuto nel presente Atto, valgono le norme ed i princìpi del Codice Civile.

IL PRESIDENTE e legale rappresentante

Prof. Francesco (detto: Franz) Ciminieri

 

Lo Statuto di “Scelgo Europa”