Pleiade 2019 – I premiati e le motivazioni

La Giuria del premio Pleiade International Award/Innovazione e Nuove Tecnologie, ha assegnato i riconoscimenti per il 2019.

La Giuria del premio è così composta:

Presidente Onorario: giornalista e scrittore olandese Maarten Van Aalderen

Maarten Van Aalderen

Maarten Van Aalderen

Enrico Prati

Presidente: prof. Enrico Prati CNR di Milano

Componenti:
– giornalista e scrittore: Philip Willan del Times di Londra (onorario);
– prof. Alfredo Santoloci, Conservatorio Santa Cecilia;
– avv. Gabriele Vaccaro, relazioni giuridiche a livello internazionale;
– dott. Nicolò Beda Zantomio, relazioni internazionali.

 

Qusti i premi assegnati e le loro motivazioni:

1-HUAWEI
Si conferisce il Pleiade International Award/Innovazione e Nuove Tecnologie per aver aperto in Italia il Centro Globale di Ricerca e Sviluppo per le Tecnologie Microwave di Milano, centro mondiale della Società nel settore, incentrato sulle tecnologie wireless delle alte frequenze. L’Azienda impiega quasi la metà dei dipendenti in attività di ricerca e vi investe più di 10, 5 miliardi di dollari, pari a oltre il 10% del suo fatturato. In Italia sono in fase operativa tra le altre le
tecnologie Fiber to the Cabinet e Fiber to the Home, oltre alla modernizzazione della Rete Mobile con Single RAN. Huawei ha investito in intelligenza artificiale e cloud ed ha realizzato 16 Centri di Ricerca e Sviluppo, 6 Joint Innovation Center e 45 Training Center in varie parti del mondo, investendo cifre di varie decine di miliardi e registrando circa 50. 000 brevetti.

2-ANNA LOGINOVSKAYA
Si conferisce il Pleiade International Award/Innovazione e Nuove Tecnologie per lo sviluppo e l’impiego di Multimedia Communication Technologies, di cui è Senior Lecturer alla Moscow State University, considerata la più prestigiosa Università della Federazione Russa. Dopo essersi laureata in Public Relations and Advertising e specializzata in PR, SMM e digital marketing, ha ricoperto incarichi di prestigio e alta responsabilità in molte aziende russe ed internazionali. È stata anche docente presso la Internet Marketing Academy & Partners di Mosca.

3-PERES CENTER FOR PEACE AND INNOVATION
Si conferisce il Pleiade International Award/Innovazione e Nuove Tecnologie non solo per l’altissimo livello tecnologico del Centro, inaugurato con un ologramma del Presidente Peres-utilizzando una tecnologia israeliana di avanguardia, ma anche perché il Centro è un luogo dove la stessa innovazione si coniuga con la pace ed il dialogo costruttivo, in un’area del mondo in cui tenere un comportamento così positivo verso l’uomo, a qualunque etnia appartenga, è davvero difficile. Il percorso di studio e lavoro comune tra giovani israeliani e giovani palestinesi ne è la testimonianza e permette a questi ultimi di usufruire della più avanzata tecnologia israeliana ed allo stesso tempo di crescere all’interno di un percorso di comprensione e quindi di pace.

4-REPUBBLICA DI ESTONIA
Si conferisce il Pleiade International Award/Innovazione e Nuove Tecnologie alla Repubblica di Estonia, considerata la nazione maggiormente digitalizzata in relazione alla sua popolazione. Infatti in Estonia la digitalizzazione permea la vita quotidiana, soprattutto nel rapporto sempre più semplificato tra Stato e cittadino. Nella UE l’Estonia è di gran lunga il primo Stato nel settore dell’e-government ed ha il tasso pro-capite di start-up più elevato al mondo. Nonostante le problematiche relative alla privacy, agli attacchi cibernetici ed alla robotizzazione, il cittadino estone può fare la dichiarazione dei redditi, e firmare elettronicamente la gran parte dei documenti, tutto dal divano di casa.

5-AMERICAN UNIVERSITY OF ROME
Si conferisce il Pleiade International Award/Innovazione e Nuove Tecnologie per la sua capacità di innovare i percorsi di studio e specializzazione degli st udenti, anche attraverso un’Agenzia di accreditamento istituzionale riconosciuta dal Secretary of Education degli Stati Uniti, la quale garantisce selezione equa e qualità dei giovani che fanno richiesta da tutto il mondo. vendo già due corsi di master, dieci corsi di laurea quadriennale divisi in sedici percorsi denominati “concentrazioni”, ha ideato in aggiunta diciotto lauree dette “minori” in cui si nota proprio l’innovazione didattica di dare la possibilità a chi appunto segue i percorsi delle “lauree minori”, di essere integrato nel programma di qualsiasi corso.

6-MICHELANGELO LUPONE
Si conferisce il Pleiade International Award/Innovazione e Nuove Tecnologie, in quanto sperimentatore, innovatore ed inventore. Egli ha permesso l’integrazione dell’ambito musicale con quello scientifico e tecnologico. Ha progettato nel 1983 il Computer FLY 10 e nel 1989 il FLY 30, due sistemi digitali innovativi destinati alla produzione ed esecuzione di opere elettroacustiche. Ha dato origine alle grandi istallazioni – tubi sonori, planofoni, olofoni, guide d’onda, risonatori, schermi riflettenti – ed a strumenti di liuteria extra-ordinaria (feed-drum). La produzione musicale del Maestro Lupone degli ultimi 20 anni si sviluppa in stretta connessione con le innovazioni tecnologiche, direttamente correlate alla ricerca scientifica in ambito informatico, elettronico, acustico e psicoacustico. Nel 2016 ha ideato e realizzato il S. A. M., invenzione di strumento acustico/elettronico dalle elevate peculiarità tecnologiche.

7-DIVA TOMMEI
Si conferisce il Pleiade International Award a questa ricercatrice in biotecnologia: Tommei ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Bioinformatica presso l’Università di Cambridge ed ha maturato esperienze presso la Singularity University della NASA, dove ha conosciuto l’eleiostato, uno strumento che può mantenere il riflesso del Sole fisso in un punto, adattandosi ai suoi spostamenti. Grazie a questa sua conoscenza, Tommei ha creato, con la sua impresa denominata Solenica, Caia, uno specchio robotico che assorbe la luce del Sole, realizzando così un’invenzione molto utile ed originale.

8-DOMENICO COLUCCI
Si conferisce il Pleiade International Award perchè Colucci è l’inventore di un prodotto geniale che ha riscosso grande successo. Si tratta del Nextome (letteralmente: “vicino a me”), un sistema di navigazione indoor che può essere utilizzato in ambienti chiusi, come musei, ospedali o grandi magazzini. Il problema del disorientamento è superato senza bisogno di ricorrere a wi-fi ed internet, grazie all’inserimento di sensori bluetooth all’interno dello smartphone; per questo motivo Nextome ha riscosso grande interesse internazionale.

9-PEDIUS
Si conferisce il Pleiade International Award/Innovazione e Nuove Tecnologie alla Pedius, per aver creato un’”App con bocca ed orecchie” – come ha detto Repubblica -, ossia che può permettere ai sordi di telefonare, partendo da una normale chat e dalla trasformazione dei messaggi attraverso tecnologie di riconoscimento e di sintesi vocale. Ancor più meritevole l’invenzione perché non è partita da un’esigenza personale o familiare, ma da un episodio di cronaca che ha spinto Lorenzo Di Ciaccio ed un gruppo di giovani ricercatori a creare l’app. Dunque una motivazione umanitaria a scopo sociale che, solo in Italia, riguarda 70. 000 persone e che ormai sta suscitando interesse a livello internazionale.

Adam Maria Gadomski

Adam Maria Gadomski

 

10-ADAM MARIA GADOMSKI

Si conferisce il Pleiade International Award/Innovazione e Nuove Tecnologia, come PREMIO ALLA CARRIERA, per la ricerca svolta nell’arco della sua carriera scientifica presso l’ENEA nell’ambito dei “Sistemi esperti e sistemi socio-cognitivi intelligenti”, per il supporto nelle decisioni per la gestione dell’emergenza, della sicurezza e del rischio, dei disastri e dell’errore umano, e dell’affidabilità dei sistemi basati sull’integrazione macchina e umani.

 

11-TG1 / RAI

Adriana Pannitteri

Adriana Pannitteri

Si conferisce il Pleiade International Award/Innovazione e Nuove Tecnologie per la qualità dei servizi televisivi all’interno delle varie edizioni del telegiornale, rivolte ad approfondire ed evidenziare problematiche ed aspetti che riguardano proprio l’innovazione e le nuove tecnologie. Inoltre tali tematiche sono state spesso collegate ai problemi ambientali, al riciclaggio dei rifiuti, all’energia, alle fonti alternative ed all’economia circolare, facendo attenzione a valorizzare ricerche, scoperte ed iniziative di giovani operatori, per lo più italiani, dando loro la possibilità di far conoscere le proprie capacità inventive ed imprenditoriali sul più importante telegiornale italiano.

 


(Consegnato a parte):
12-ISRAELE per l’innovazione
Si conferisce il Pleiade International Award/Innovazione e Nuove Tecnologie per gli straordinari risultati della ricerca israeliana nel campo dell’innovazione, attraverso le start-up, le Apps, la Nano-tech, la Biotech, la Medicina e le varie scoperte ed applicazioni a scopo sociale e di miglioramento della vita dell’uomo. Esse fanno definire i risultati teorici e le applicazioni concrete della ricerca israeliana, vere e proprie meraviglie della tecnologia che contribuiscono costantemente all’innovazione globale in termini qualitativi e quantitativi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *